Delle foto dei due genitori ebrei-israeliani o dei loro due figli uccisi (quattro sono miracolosamente sopravvissuti)  non c’è traccia. In compenso, però, l’immagine che compare copia-incollando il link sui social network mostra un poliziotto – immagino israeliano – che impugna un’arma. Cliccando sul link quello che compare è l’immagine della scena del crimine. Nessuna immagine di mamma e papà. Nessuna immagine di due genitori e due figli che lasciano orfani 4 figli e fratelli minorenni (il più grande ha 10 anni).
Conosco molti bravi giornalisti che lavorano all’Ansa. E credo che protesterebbero se qualcuno usasse un’immagine di una ragazza mezza nuda per dare notizia di uno stupro. Proprio per questo spero critichino l’approccio indecente che c’è dietro l’utilizzo dell’immagine di un poliziotto israeliano per dar notizia dell’assassinio di queste vittime innocenti. Usare quell’immagine vuol dire commentare la notizia. Vuol dire dare un senso, una giustificazione, ad un omicidio ingiustificabile. Se poi all’Ansa qualcuno crede che sia giustificabile quanto accaduto lo scriva apertamente, ma basta usare le immagini per manipolare le notizie.
Questo è lo “screenshot” dell’Ansa
Schermata 2015-10-02 alle 10.16.16
Schermata 2015-10-02 alle 10.19.58
Questo il link:
Ah sì:
Questa è l’immagine di una mamma e un papà che non ci sono più. Colpevoli di essere civili-ebrei-israeliani. Nè loro né i loro figli riposeranno in pace, ma questo frega a pochi.
Schermata 2015-10-02 alle 10.31.26
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...