Da Apple ad Android e da Samsung a LG

image

Superata la prova da iOs a Android ho deciso di passare da un Samsung Note 3 Neo a quello che, in gergo tecnico, è chiamato top di gamma: un LG G4.

Da Apple ad Android

Lo ammetto: prima di passare da Apple ad Android ero parecchio scettico. Chi come me passa la giornata attaccato al telefonino capisce bene cosa possa voler dire stravolgere equilibri del genere. Senza farla troppo lunga posso dirvi che ne è valsa la pena. La batteria del Samsung Note 3 Neo e le app sul Play Store mi hanno convinto in poco tempo della validità della scelta fatta. Se prima dovevo puntualmente ricaricare la batteria, dopo, la batteria non è stata più quell’incubo così ricorrente.

Per diversi mesi ho così usato il nuovo cellulare salvo poi decidere a fine luglio che era giunto il momento di passare dal Note ad un top di gamma: LG G4. Senza stare qui a menarla sulla centralità dello smartphone nel mio lavoro quotidiano, così è andata.

Da Samsung Note 3 Neo a LG G4

Passo molto tempo a leggere sul cellulare e quando mi son trovato a scegliere ero indeciso tra tre telefoni: il Note 4, il Note Edge e il G4.

Al di là del fattore prezzo (avevo trovato note 4 allo stesso prezzo del g4, mentre note edge costava un po’ di più) sono stati 3 i fattori che mi hanno indirizzato verso la scelta del LG:
1. La radio fm (ascolto molta radio per lavoro, e averla a disposizione senza connessione dati era un plus)
2. La promozione di LG: acquistando un G4 avrete diritto ad uno smartwatch LG che vi verrà inviato a casa
3. La ricarica rapida (in genere non serve, ma quando serve è importante che sia rapida)
4. La qualità delle foto (si lo so che avevo detto 3 motivi).

Immagino che dei punti 1 e 4 ve ne importi ben poco. Ma sui punti 2 e 3 vorrei condividere con voi la sensazione provata. In merito alla promozione G4 + smartwatch ho scoperto a posteriori che l’invio del regalo avverrà entro 180 giorni. In pratica potrebbero mandarmi lo smartwatch a febbraio 2016 (sic!). Per quanto riguarda la ricarica rapida (ma questo già lo sapevo) devo comprare un carica batterie a parte anche se fatico a capire quale sia questo benedetto carica batterie che devo comprare.

Al di là di ciò l’esperienza con lo smartphone è piacevole, anche se trovo che un top di gamma dovrebbe avere il ridimensionamento automatico delle pagine internet e che l’app per gestire la posta elettronica dovrebbe suddividere i messaggi per giorno permettendo così la selezione e la cancellazione.

Detto ciò è presto per tirare le somme. Vi terrò aggiornati. Anche sull’arrivo dello smartwatch.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...